• icons/search
  • icons/search

Come tornare a Windows 10 da Windows 11

Se ti stai chiedendo come tornare a Windows 10 da Windows 11 in questa guida trovi tutti i passaggi step by step. Non tutti gli utenti che hanno deciso di passare a Windows 11 sono rimasti soddisfatti dall’esperienza. Se anche voi siete fra questi, ecco come potete ripristinare Windows 10 senza problemi.

come tornare a windows 10 da windows 11

Indice dei Contenuti

Perché tornare a Windows 10

Il ritorno a Windows 10 può essere motivato da diversi fattori, inclusa la necessità di maggiore stabilità, compatibilità con software specifici o semplicemente la preferenza per l’interfaccia utente di Windows 10. I benefici di tale mossa includono miglioramenti nella gestione dei tuoi compiti quotidiani, una maggiore efficienza nel lavoro e una diminuzione dei problemi tecnici. Prima di intraprendere il processo di downgrade, è cruciale effettuare un backup completo dei tuoi dati. Questo passaggio garantisce che le informazioni personali e i file importanti siano al sicuro durante la transizione.

Come tornare a Windows 10 dopo l’upgrade a Windows 11

Dopo aver aggiornato a Windows 11, potete tornare a Windows 10 facilmente, senza l’ausilio di tool esterni. Ma attenzione: ciò è possibile solo entro 10 giorni da quando avete effettuato l’upgrade a Windows 11.

Questo periodo può essere esteso fino a 60 giorni con un trucco. Ecco come fare:

  • Premi Win+X sulla tastiera e seleziona Terminale Windows (Admin).
  • Nella finestra di PowerShell che si apre, digita il comando dism /Online /Set-OSUninstallWindow /Value:60 e premi Invio. Questo estenderà il limite di tempo per tornare a Windows 10 da 10 a 60 giorni.

Ripristinare Windows 10 richiede semplicemente l’accesso al menu Opzioni di ripristino, raggiungibile premendo Start.

come tornare a windows 10

Tra le opzioni a vostra disposizione in questo menu, quella che vi interessa è “Versione precedente di Windows”. A destra di questa voce, trovate il pulsante “Indietro”: basterà premerlo per avviare la procedura che vi consentirà di avviare il ripristino di Windows 10. Come dicevamo, avrete a disposizione questa opzione solo se avete effettuato l’aggiornamento a Windows 11 da meno di 10 giorni. Se rientrate entro questa finestra temporale, la procedura avviata da Opzioni di ripristino vi permetterà di tornare a Windows 10 senza perdere alcun dato, in totale sicurezza.

Purtroppo, però, non tutti giungono alla conclusione di voler ritornare a Windows 10 entro questo periodo concesso da Microsoft. Quindi, come ripristinare Windows 10 se il termine di downgrade è già scaduto?

Come reinstallare Windows 10 su un sistema con Windows 11

Purtroppo, reinstallare Windows 10 su un sistema in cui avete effettuato l’upgrade a Windows 11 non è una procedura esattamente indolore come quella indicata al paragrafo precedente. Il motivo è presto detto: dovrete reinstallare tutte le vostre applicazioni e riconfigurare il sistema in base alle vostre precedenze. In sostanza, andremo a eseguire praticamente la stessa procedura che vi abbiamo presentato quando vi abbiamo mostrato come installare Windows 10 da una chiavetta USB.

Rivediamo velocemente i passaggi necessari a eseguire questa procedura, ma prima di iniziare, è consigliabile effettuare un backup completo del vostro sistema. Uno dei modi migliori per procedere è utilizzando EaseUS Todo Backup, uno strumento potente ma economico che vi permetterà di gestire al meglio la copia di sicurezza del vostro sistema. Facendo un backup preventivo, non perderete documenti e altri file importanti. Non sottovalutate mai questo passaggio, poiché la perdita di dati potrebbe essere devastante.

Potrebbe interessarti anche:

tornare a windows 10

Passo 1: create un supporto di installazione

Per reinstallare Windows 10, vi occorrerà creare un supporto di installazione. A tale scopo, dovrete scegliere la corretta versione di Windows 10 dalla pagina di download ufficiale di Microsoft. Al termine delle opzioni, scaricherete il Media Creation Tool, che vi permetterà di creare il supporto di installazione USB. Ricordate che dovrete utilizzare un’unità USB dotata di almeno 8 GB di spazio disponibile. Facendo doppio click su MediaCreationTool22H2.exe, avvierete la semplicissima procedura di creazione del supporto, al termine del quale, sarà tutto pronto per procedere con la reinstallazione di Windows 10.

come reinstallare windows 10

Passo 2: selezionate l’installazione personalizzata

Dopo aver creato il supporto e averlo avviato tramite il menu di Boot del vostro BIOS, è importante eseguire l’installazione personalizzata di Windows 10.

Dal menu del programma di installazione, selezionate la versione di Windows 10 da installare e soprattutto, selezionate l’opzione Non ho un codice Product Key, dato che potrete verificare l’attivazione successivamente. A questo punto, il tool vi chiederà “Che tipo di installazione vuoi eseguire?”. Qui dovrete scegliere “Personalizzata: installa solo Windows (opzione avanzata)”. Assicuratevi di scegliere la stessa partizione in cui risulta installato Windows 11. Confermate la vostra scelta e attendete la fine del processo.

Se tutto è andato bene, troverete i dati relativi alla precedente installazione di Windows 11 all’interno di una cartella Windows.old. Qui dentro troverete i file utilizzati dalle varie app che avevate installato in precedenza, ma purtroppo saranno utilizzabili solo dopo aver reinstallato le applicazioni di vostro interesse e aver spostato i file nelle nuove cartelle di destinazione. In questo caso, dovrete consultare le guide e/o le knowledge base dei singoli programmi per sapere quali file e cartelle dovrete recuperare da Windows.old.

downgrade windows 11 to 10

Passo 3: verificate l’attivazione di Windows 10

Per verificare che Windows 10 sia attivato correttamente, dovrete aprire le Impostazioni e andare ad Aggiornamento e sicurezza, selezionando Attivazione dal menu laterale. Se Windows non risulta attivato, dovrete inserire il product key di Windows 10 in vostro possesso.

Se per qualche motivo la vostra chiave di attivazione non fosse valida o se avete bisogno di un nuovo product key, potete acquistare Windows 10 a un prezzo molto vantaggioso sullo store di Mr Key Shop.

reinstallare windows 10

Downgrade da un PC Windows 11 a Windows 10 

Se hai acquistato un nuovo PC con Windows 11 ma preferisci utilizzare Windows 10, puoi effettuare il downgrade senza problemi di licenza, dato che il Product Key di Windows 11 è valido anche per Windows 10

Innanzitutto, è necessario scaricare lo Strumento di Creazione Media di Windows 10 dalla pagina ufficiale di Microsoft. Questo strumento ti consentirà di creare un’unità per l’installazione di Windows 10. Una volta sul sito, cerca il pulsante per il download e inizia il processo di scaricamento.

Prima di procedere con l’installazione, è fondamentale recuperare il Product Key di Windows 11. Questo codice sarà utile per attivare Windows 10 senza problemi. Per farlo, puoi digitare cmd nella casella di ricerca del menu Start di Windows 11, avviarlo come amministratore e inserire il comando per visualizzare il Product Key. Un’alternativa è l’uso di PowerShell, avviato con privilegi di amministratore, dove inserire un comando specifico per ottenere lo stesso risultato. Ricorda di annotare il Product Key e conservarlo in un posto sicuro.

Dopo aver recuperato il codice, è il momento di utilizzare lo Strumento di Creazione Media. Avvia l’applicazione, accetta i termini di licenza e scegli l’opzione per aggiornare il PC. Questo avvierà il processo di downgrade.

Quando si arriva alla fase di installazione di Windows 10, il Media Creation Tool ti offrirà diverse opzioni. Puoi scegliere di mantenere i tuoi file e le applicazioni esistenti o optare per un’installazione pulita, che rimuoverà tutto. Quest’ultima opzione è raccomandabile per i PC nuovi o per chi desidera un nuovo inizio senza residui del sistema operativo precedente.

Prosegui seguendo le istruzioni a schermo fino al completamento dell’installazione. Una volta terminato, Windows 10 sostituirà Windows 11 sul tuo computer. Se preferisci una soluzione più radicale, puoi anche considerare un’installazione pulita da un’unità USB avviabile o eseguendo direttamente il file setup.exe contenuto nell’immagine ISO di Windows 10. Questa procedura cancellerà tutti i dati presenti sul disco, quindi è vitale effettuare un backup prima di procedere.

Ricordati che Microsoft supporterà ufficialmente Windows 10 almeno fino al 2028. Questo ti lascia ampio tempo per decidere se e quando passare definitivamente a Windows 11. Seguendo queste indicazioni, potrai ripristinare Windows 10 sul tuo PC senza problemi di licenza, assicurandoti un ritorno al sistema operativo con cui ti trovi meglio.

Conclusioni

Microsoft ha dato dei tempi molto stretti per fare il downgrade a Windows 10 da Windows 11. Solo 10 giorni, per capire se il più recente OS del colosso di Cupertino, dovrebbero essere più che sufficienti, ma non è detto che sia sempre così.

Per molti, purtroppo, resettare Windows 10 significa reinstallare il sistema e questo può essere un inconveniente, specialmente in termini di tempo.
Diventa fondamentale, in questi casi, ricordare di fare un backup completo di Windows 11, possibilmente con EaseUS Todo Backup, prima di tornare a Windows 10, onde evitare perdite di dati potenzialmente problematiche.

Domande frequenti

Se esegui il downgrade entro 10 giorni dall’aggiornamento a Windows 11, puoi tornare a Windows 10 senza perdere i tuoi dati. Dopo questo periodo, sarà necessario eseguire un’installazione pulita, che potrebbe comportare la perdita di dati.
Se esegui il downgrade entro 10 giorni dall’aggiornamento a Windows 11, puoi tornare a Windows 10 senza perdere i tuoi dati. Dopo questo periodo, sarà necessario eseguire un’installazione pulita, che potrebbe comportare la perdita di dati.
Vai in Impostazioni > Sistema > Recupero. Qui troverai l’opzione per tornare a Windows 10 se sei ancora nel periodo di grazia.
Dovrai avere un supporto di installazione di Windows 10 (come un’unità USB o un DVD) e una chiave di prodotto valida per Windows 10.
Sì, in genere puoi utilizzare lo stesso product key per attivare Windows 10 dopo il downgrade.
Il downgrade potrebbe influenzare la garanzia o il supporto offerto dal produttore del tuo dispositivo. È consigliabile controllare con loro prima di procedere.
È essenziale eseguire un backup completo dei tuoi dati su un dispositivo esterno o su un servizio cloud prima di iniziare il processo di downgrade.
Microsoft ha annunciato che continuerà a supportare Windows 10 fino al 14 ottobre 2025. Ciò significa che riceverai aggiornamenti di sicurezza fino a quella data.

Lascia un commento

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Seguici

Newsletter

Ricevi le migliori storie del blog nella tua casella di posta!

Ultimi articoli

Scelti da noi

ARTICOLI DEL GIORNO

Iscriviti alla Newsletter

abbiamo una sorpresa per te!

Per il mese di Marzo abbiamo preparato un’iniziativa esclusiva. Sarà una primavera da ricordare con Mr Key Shop.

Iscriviti alla lista d’attesa per ricevere per primo la notizia.